#findingaltinum: Alla ricerca di Altinum La ricerca nel sito di Altino continua: nel cuore dell'antica città gli archeologi stanno riportando alla luce i resti di alcune domus romane. Per il 2017 ci siamo posti un altro importante obiettivo: non solo continuare con la campagna di scavo, ma anche intraprendere un cammino di archeologia pubblica che coinvolga la comunità nella tutela e valorizzazione di un sito di straordinaria importanza! (A cura del Dipartimento di Studi Umanistici - team di ricerca di archeologia classica) Laboratorio ludico-didattico per bambini Come erano fatte le antiche case romane? Che cos'è una "domus"? E un'"insula"? Gli antichi romani non abitavano in case tutte uguali... vieni a scoprire qualcosa in più sulla loro vita quotidiana e aiutaci a ricostruire una casa romana! (A cura dell'Associazione culturale VALE - Valorizzazione Archeologia Eventi) Vi aspettiamo per raccontarvi il nostro progetto e... per giocare insieme con l'archeologia! 
leggi tutto…

È giovane, è archeologa e... ne sa a pacchi di informatica! Un connubio straordinario che offre grandi opportunità per la ricerca e per la valorizzazione dei beni culturali, come dimostra l'esempio di "Lo scavo in piazza", la mostra allestita presso Palazzo dei Musei a Reggio Emilia per raccontare gli scavi urbani degli ultimi decenni. Eleonora Delpozzo è una cafoscarina prossima alla laurea magistrale in archeologia, ma ha già chiaro cosa le piace fare: coniugare due suoi grandi interessi, l'archeologia e l'informatica, fonderli e trasformarli nel suo lavoro!
leggi tutto…

Dall'Italia all'Inghilterra: l'esperienza di una giovane archeologa che ha scelto di approfondire il tema della Public Archaeology a Londra, tornando con un bagaglio ricco di nuove idee e spunti per il futuro. In attesa di Welcome to the dig!, vogliamo raccontarvi la storia di Lia La Terra, giovane archeologa di origini piemontesi specializzata in Archeologia preromana. Lia, come molti colleghi, ha seguito un percorso di formazione lineare presso l'Università di Milano: laurea triennale e magistrale, scuola di specializzazione e infine il dottorato. Fin dai primi anni dei suoi studi, però, ha maturato una coscienza che l'ha portata a domandarsi "può servire a qualcuno quello che faccio? Per chi e a chi mi rivolgo?"... per dare risposta a questa esigenza di vivere "l'essere archeologa" in forma più aperta, due anni fa Lia ha deciso di volare a Londra. A fare cosa? Ve lo facciamo raccontare da lei, ecco la sua storia!
leggi tutto…