Avete già pensato a cosa fare durante le prossime festività? Se non siete già stati a Trieste a visitare la mostra "Nel mare dell’intimità. L’archeologia subacquea racconta l'Adriatico" vi conviene inserirla subito in agenda: chiuderà infatti il primo maggio! Per darvi un'idea di cosa vi siete persi finora, abbiamo raccolto la testimonianza di una giovane archeologa, che ha collaborato al progetto.
leggi tutto…

Public History e Public Archaeology: eppur si muove! Le iniziative riguardanti questi temi aumentano e anche i giovani studiosi guardano sempre più alle finalità della loro ricerca in chiave "public". Ecco la testimonianza di una giovane dottoranda che, tra Italia e Inghilterra, alla domanda "Cosa vuoi fare nella vita?" risponde "Ricerca e Divulgazione!".
leggi tutto…

È giovane, è archeologa e... ne sa a pacchi di informatica! Un connubio straordinario che offre grandi opportunità per la ricerca e per la valorizzazione dei beni culturali, come dimostra l'esempio di "Lo scavo in piazza", la mostra allestita presso Palazzo dei Musei a Reggio Emilia per raccontare gli scavi urbani degli ultimi decenni. Eleonora Delpozzo è una cafoscarina prossima alla laurea magistrale in archeologia, ma ha già chiaro cosa le piace fare: coniugare due suoi grandi interessi, l'archeologia e l'informatica, fonderli e trasformarli nel suo lavoro!
leggi tutto…

Dall'Italia all'Inghilterra: l'esperienza di una giovane archeologa che ha scelto di approfondire il tema della Public Archaeology a Londra, tornando con un bagaglio ricco di nuove idee e spunti per il futuro. In attesa di Welcome to the dig!, vogliamo raccontarvi la storia di Lia La Terra, giovane archeologa di origini piemontesi specializzata in Archeologia preromana. Lia, come molti colleghi, ha seguito un percorso di formazione lineare presso l'Università di Milano: laurea triennale e magistrale, scuola di specializzazione e infine il dottorato. Fin dai primi anni dei suoi studi, però, ha maturato una coscienza che l'ha portata a domandarsi "può servire a qualcuno quello che faccio? Per chi e a chi mi rivolgo?"... per dare risposta a questa esigenza di vivere "l'essere archeologa" in forma più aperta, due anni fa Lia ha deciso di volare a Londra. A fare cosa? Ve lo facciamo raccontare da lei, ecco la sua storia!
leggi tutto…

Quando impresa, tradizioni e cultura si incontrano nascono progetti importanti, che offrono esempi di sostenibilità e rispetto del territorio. La storia che vogliamo raccontarvi oggi parla di terra, di fatica ma soprattutto di amore verso il proprio territorio, verso le sue peculiarità e le sue eccellenze. Questa storia comincia all'inizio dell'Ottocento a Borgoricco, piccolo comune a nord-est di Padova, nel cuore dell'antico territorio della centuriazione romana, dove la famiglia Barduca, appena trasferita, acquista un piccolo lotto di terreno da coltivare.
leggi tutto…

Quando è nata la scrittura? Perché è stata inventata? Quali ragioni hanno determinato l'elaborazione delle prime scritture ideografiche, sillabiche e alfabetiche? Quali risvolti ha avuto questa invenzione sul piano sociale e come ha influito sui rapporti tra popolazioni diverse? Se ci fermiamo a riflettere, questi sono solo alcuni degli interrogativi che ci possono venire in mente riguardo ad una cosa così naturale come la scrittura. A queste e a tante altre domande possiamo trovare risposta nell'esposizione inaugurata a Venezia il 20 gennaio scorso, "Prima dell'alfabeto. Viaggio in Mesopotamia alle origini della scrittura".
leggi tutto…