Il Museo della Centuriazione Romana di Borgoricco è pronto a riaprire le sue porte: ad aspettare i visitatori ci saranno tante novità!

Dopo una pausa di circa 6 mesi il Museo della Centuriazione ha ripreso le sue attività… ma nel frattempo, gli operatori didattici del Museo della Centuriazione, la direttrice Silvia Cipriano, la responsabile dell’area culturale del Comune Vanna Agostini e gli altri collaboratori non si sono fermati: durante le opere di ristrutturazione dell’edificio hanno continuato a lavorare per rendere il Museo ancora più fruibile e attento alle esigenze dei visitatori!

Ricominciano le attività didattiche

Pochi giorni fa il Museo ha riaperto le sue porte per soddisfare la richiesta di attività didattiche da parte delle scuole. Dal 3 aprile, infatti, gli studenti hanno potuto accedere al Museo grazie alla collaborazione della Pro loco di Borgoricco, che si occupa dell’accoglienza, e delle associazioni culturali che operano in Museo: in primis Heredia, storica associazione del territorio, ma anche Street Archaeology, Rosso di Marte e ovviamente… noi di VALE!

Ieri abbiamo infatti accompagnato la nostra prima classe dopo la pausa di chiusura, un gruppo di studenti del primo anno di una scuola superiore di indirizzo tecnico, a cui abbiamo raccontato le avanzate tecnologie utilizzate dai romani per l’amministrazione del territorio agricolo; oggi invece è toccato ad altre due classi di agraria, particolarmente interessate al paesaggio e allo studio della centuriazione… e poi sono già fissati tanti altri appuntamenti fino a maggio!

Scopri la nostra offerta didattica!

E per il pubblico?

Per quanto riguarda i visitatori, invece, sono previste due aperture eccezionali: una sarà il  28 maggio, in concomitanza dell’evento di rievocazione storica Villanova Mitica – ritorno al passato, con un orario prolungato dalle ore 10.00 alle 20.00, all’interno del quale sono previste visite guidate gratuite alle 10.30 e alle 14.00.

La seconda sarà invece il 18 giugno, in occasione della I Giornata Nazionale Piccoli Musei (continuate a leggere per maggiori informazioni!).

La definitiva riapertura al pubblico, con una programmazione regolare, è prevista per l’autunno, molto probabilmente già nel mese di settembre: si riprenderà con i normali orari e con le attività dedicate a tutti, con particolare riguardo a famiglie e bambini, dei weekend in Museo.

Riprenderanno anche le prime domeniche del mese con ingresso gratuito: il Museo aderisce infatti alla campagna #doemenicalmuseo del Mibact!

Cogliamo l’occasione per darvi anche un’altra anticipazione: sempre per l’autunno è prevista l’inaugurazione  di una mostra molto particolare… saranno infatti esposti documenti d’archivio che testimoniano le ragioni dell’eccezionale stato di conservazione della centuriazione nord-est di Padova, le cui tracce sono sopravvissute attraverso diverse vicissitudini storiche, dal I secolo a.C. ai giorni nostri!!!

L’associazione dei piccoli musei

Il Museo della Centuriazione fa parte di un’importante rete associativa, l’Associazione Nazionale dei Piccoli Musei, nata nel 2007 con lo scopo di “promuovere una nuova cultura gestionale dei Piccoli Musei che sia in grado di valorizzarne le specificità che sono differenti rispetto ad un grande museo, in particolare il legame più stretto con il territorio e con la comunità, la capacità di essere accoglienti e di offrire esperienze originali ai visitatori”.

L’11 aprile sarà ospitato proprio a Borgoricco l’incontro regionale dell’Associazione Piccoli Musei, in preparazione della I giornata Nazionale dei Piccoli Musei, coordinato dalla responsabile per il Veneto, Simonetta Pirredda.

Il Museo della Centuriazione aderirà, infatti, a questa I Giornata Nazionale dei Piccoli Musei, per la quale sarà previsto l’ingresso gratuito e saranno disponibili visite guidate e laboratori per bambini. Durante la giornata sarà consegnato ai visitatori anche un dono molto speciale, ricollegato al territorio… volete sapere quale sarà? Venite a scoprirlo domenica 18 giugno!

Sempre più vicini ai visitatori

I lunghi lavori di ristrutturazione hanno permesso di realizzare una nuova sala di accoglienza, con uno spazio dedicato soprattutto ai più piccoli, in cui sarà possibile consultare libri sull’archeologia del territorio veneto, vedere video, ma anche solo riposarsi prima o dopo la visita al museo o nell’attesa che inizino o terminino le attività dei fine settimana per bambini e adulti. Il progetto e l’allestimento della sala è stato realizzato da un importantissimo e innovativo brand del design italiano, ossia la LAGO design, che ha sede proprio in questo territorio: a Villa del Conte!

Ma le sorprese non sono finite: sarà infatti presente un nuovo Baby Pit Stop, ossia uno spazio riservato alle mamme che devono allattare e cambiare il pannolino ai loro bimbi, dotata di una poltrona confortevole e di un fasciatoio.

Infine, è previsto l’allestimento della Sala Aldo Rossi, dedicata al grande architetto che ha progettato il Municipio e il Centro Civico che ospita il Museo, con esposizione di suoi schizzi, disegni, oggettistica da lui disegnata e che ospiterà mostre temporanee, in collaborazione con la Fondazione Aldo Rossi.

Insomma tantissime le novità strutturali e grandissime saranno anche le novità sotto il profilo tecnologico… ma ora basta con gli spoiler, non possiamo anticiparvi troppo, perciò di questo vi racconteremo presto in un prossimo post!

 

 

Riapre il Museo: attenzione, spoiler!2017-04-05T13:06:49+00:00Team

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *